martedì 27 marzo 2012

couscus con fagioli


Un piatto fresco,gradevole e molto gustoso...

Quando ero piccola un padre era per me come la luce nel frigorifero. Ogni casa ne aveva uno, ma nessuno sapeva realmente cosa facevano sia l'uno che l'altro, dopo che la porta era stata chiusa.Mio padre usciva di casa ogni mattina e ogni sera, quando tornava, sembrava felice di rivederci. Lui solo era capace di aprire il vasetto dei sottaceti, quando gli altri non riuscivano. Era l'unico che non aveva paura di andare in cantina da solo. Si tagliava facendosi la barba, ma nessuno gli dava il bacino o si impressionava per questo. Quando pioveva, ovviamente, era lui che andava a prendere la macchina e la portava davanti all'ingresso. Se qualcuno era ammalato, lui usciva a comperare le medicine. Metteva le trappole per i topi, potava le rose in modo che ci si potesse affacciare alla porta d'ingresso senza rischiare di pungersi. Quando mi regalarono la mia prima bicicletta, pedalò per chilometri accanto a me, finché non fui in grado di cavarmela da sola. Avevo paura di tutti gli altri padri, ma non del mio. Una volta gli preparai il tè. Era solo acqua zuccherata, ma lui era seduto su una seggiolina e lo sorbiva dicendo che era squisito.Ogni volta che giocavo con le bambole, la bambola mamma aveva un sacco di cose da fare. Non sapevo invece che cosa far fare alla bambola papà, così gli facevo dire: "Bene, adesso esco e vado a lavorare", poi la buttavo sotto il letto.Quando avevo nove anni, un mattino mio padre non si alzò per andare a lavorare. Andò all'ospedale e morì il giorno dopo. Allora andai in camera mia e cercai la bambola papà sotto il letto. La trovai, la spolverai e la posai sul mio letto.Mio padre non fece mai nulla. Non immaginavo che la sua scomparsa mi avrebbe fatto tanto male.Ancora oggi non so perché. (Enna Bombek)
Una signora confidò: "E' qualche anno che è morto mio padre e ancora sento fortemente il rimorso di non avergli mai detto: Papà, ti voglio bene!".Bruno Ferrero





Ingredienti:
Fagioli
cous-cous precotto
mozzarella
pomodori
olio extra vergine d' oliva
sale
peperoncino
rosmarino

Preparazione:

In una pentola cuocere i fagioli con acqua,sale,1 carota ,1 cipolla e un rametto di rosmarino

Nel frattempo preparare il cou-cous precotto secondo le istruzioni date nella confezione  e  appena i fagioli saranno cotti e raffreddati aggiungerli insieme alla mozzarella,al pomodoro, tagliato a tocchetti, olio e spezie a piacere!



Aggiungi didascalia

lunedì 19 marzo 2012

altari di San Giuseppe Castellammare e Partanna


Un altare di San Giuseppe a Castellammare...






E a seguire due altari di Partanna


Anche quest' anno siamo andate a visitare alcuni altari di San Giuseppe addobbati con i pani di Tagliavia,agrumi,allori...
Questo è l' altare allestito presso la Scuola Media Di Partanna 
Questi prendono il nome di "scartucciati" e sono dei piccoli e preziosi capolavori...


per me, questo, è meraviglioso, e pensare che è fatto di farina...e non di avorio!








Questo è l' altare allestito presso la Proloco di Partanna
il rosario




cornice unica e particolare 







che dire di questo lampadario?


domenica 18 marzo 2012

Pane di San Giuseppe

In occasione della festa di San Giuseppe nonna Lina insieme ad altre depositarie delle nostre tradizioni  sono andate a Gibellina per preparare il pane di San Giuseppe, e mi ha portato alcune foto da condividere insieme a voi