mercoledì 2 novembre 2011

panini con olio extravergine d' oliva 2011


Meraviglioso olio extravergine d' oliva della Valle del Belice!
Colore ,odore,sapore che non ha eguali...
Martedì abbiam portato i bambini a visitare l'oleificio Amato di Partanna per mostrargli la magica

Poi per rendergli onore ho preparato questi panini...trasformazione dell' oliva in olio.Quant'è buono il nostro olio,ricchezza e bene prezioso che la terra continua a donarci...
Con questa ricetta partecipo al contest organizzato da francy del blog la dolce vita





"Un giovane domandò al più saggio di tutti gli uomini il segreto della felicità. Il saggio suggerì al giovane di fare un giro per il palazzo e di tornare dopo due or
e.
"Solo ti chiedo un favore" concluse il saggio, consegnandogli un cucchiaino su cui versò due gocce d'olio. "Mentre cammini, porta questo cucchiaino senza versare l'olio".
Dopo due ore il giovane tornò e il saggio gli chiese: "Hai visto gli arazzi della mia sala da pranzo? Hai visto i magnifici giardini? Hai notato le belle pergamene?".
Il giovane, vergognandosi, confessò di non avere visto niente. La sua unica preoccupazione era stata quella di non versare le gocce d'olio.
"Torna indietro e guarda le meraviglie del mio mondo" disse il saggio.
Il giovane prese il cucchiaino e di nuovo si mise a passeggiare, ma questa volta osservò tutte le opere d'arte. Notò i giardini, le montagne, i fiori. Tornò dal saggio e riferi particolareggiatamente tutto quello che aveva visto.
"Ma dove sono le due gocce d'ol
io che ti ho affidato?" domandò il saggio.
Guardando il cucchiaino, il ragazzo si accorse di averle versate.
"Ebbene, questo è l'unico consiglio che ho da darti" concluse il saggio. "Il segreto della felicità consiste nel guardare tutte le meraviglie del mondo senza mai dimenticare le due gocce d'olio nel cucchiaino".

"Infine, fratelli, prendete in considerazione tutto quel che è vero, buono, giusto, puro, degno di essere amato e onorato; quel che viene dalla virtù ed è degno di lode" (San Paolo ai Filippesi 4,8). Senza mai dimenticare l'essenziale!"
Bruno Ferrero













Visita all' oleificio































Ingredienti:

farina manitoba g. 500
latte g. 300
zucchero g. 15
olio extravergine d' oliva g. 50
sale g. 5
lievito di birra g. 15
miele 1 cucchiaino da caffè
latte per pennellare
Preparazione:
Io l' ho impastato col bimby, ma a mano va benissimo,mescolare il latte tiepido col miele,il lievito e 250g. di farina (3 min. vel. Spiga) e far riposare un' ora e mezzo coperto e in un luogo tiepido


Trascorso il tempo l' impasto si sarà triplicato






Poi reimpastare aggiungendo tutti gli altri ingredienti (10 min. Spiga),coprire










e far lievitare ancora un' ora e mezzo









poi stendere l' impasto e fare delle pieghe, come nelle foto,


















girare il pane di 90° e ripiegare









e far lievitare coperto ancora per 1 ora












poi iniziare a dare la forma desiderata, noi abbiamo preparato panini semplici e panini col wurstel










Far lievitare ancora 50 minuti e spennellare la superficie con il latte e fa
r lievitare ancora, coperti per due ore,










poi spennellare di nuovo con il latte ed infornare a 180° per 22/25 minuti






Deliziosi!














Con questa ricetta partecipo al contest:

11 commenti:

  1. ma che belli quei paninetti con il wurstel! e devono essere morbidissimi.
    A presto :))))
    p.s. grazie per essere passata da me

    RispondiElimina
  2. WOW MERAVIGLIOSI QUESTI PANINI LI POSTO SUBITO!GRAZIE E IN BOCCA AL LUPO!!!!

    RispondiElimina
  3. che meraviglia, a guardare queste immagini mi viene in mente quando ero piccola e accompagnavo i miei al frantoio, ricordo come fosse ora quell'aroma unico di olio appena spremuto. grazie
    Paola

    RispondiElimina
  4. Proprio ieri prendendo l'oli dalla giara pensavamo che adesso si raccolgono le olive e c'è l ' olio nuovo ci fai sempre rivivere momenti belli della nostra Partanna"! Un abbraccio a tutti voi Dorina

    RispondiElimina
  5. Uma receita deliciosa para homonagear esta riqueza incalculável que é o Azeite. E adorei as palavras sábias que acompanham a receita assim como a reportagem fotográfica da fábrica do azeite!
    beijinhos.

    RispondiElimina
  6. Ps. Dimenticato di dirti Cara Lea che ho fatto i taralli ho solo cambiato il
    procedimento della glassa.
    Come sono venuti ?FENOMENALIIIII sono già finiti..ciao Dorina

    RispondiElimina
  7. belli e certamente buoni... brava!

    RispondiElimina
  8. simpatici gli spiralini li faccio anche io! il pane al latte resta bello morbido..p.s. il saggio ha ragione! dovremmo prestare più attenzione senza perdere di vista niente.. ciao cara

    RispondiElimina
  9. Bellissimo post!!!!! Per fortuna qualcuno ha ancora il privilegio di poter vedere la spremitura dell'olio!!!! Anch'io, per fortuna ;)))

    RispondiElimina
  10. Ciao, che bei panini!
    Ti invidio d'avere visto la spremitura delle olive! Io non ne ho la possibilità!
    A presto.

    RispondiElimina
  11. che meravigli questi panini , perfetti! grazie della visita e del post, bellissimo, sull'olio, a presto
    ciao Reby

    RispondiElimina