domenica 16 maggio 2010

Ascensione del Signore









“Da sempre il Rosario esprime questa consapevolezza della fede (che Cristo è
risorto), invitando il credente ad andare oltre il buio della Passione, per
fissare lo sguardo sulla gloria di Cristo nella Risurrezione e nell'Ascensione.”
(Giovanni Paolo II, "Rosarium Virginis Mariae ", 23).





dal Vangelo Lc 24,46-53

"Mentre li benediceva veniva portato verso il cielo.Dal Vangelo
secondo LucaIn quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Così sta scritto: il
Cristo patirà e risorgerà dai morti il terzo giorno, e nel suo nome saranno
predicati a tutti i popoli la conversione e il perdono dei peccati, cominciando
da Gerusalemme. Di questo voi siete testimoni. Ed ecco, io mando su di voi colui
che il Padre mio ha promesso; ma voi restate in città, finché non siate
rivestiti di potenza dall’alto».Poi li condusse fuori verso Betània e, alzate le
mani, li benedisse. Mentre li benediceva, si staccò da loro e veniva portato su,
in cielo. Ed essi si prostrarono davanti a lui; poi tornarono a Gerusalemme con
grande gioia e stavano sempre nel tempio lodando Dio."


La vigilia dell' Ascensione è tradizione raccogliere delle rose in giardino e mettere i petali in una bacinella colma d' acqua che poi verrà riposta sul davanzale per tutta la notte.
Perché si mette fuori?










Un' antica credenza popolare racconta che Gesù, prima di ascendere al cielo,la benedicesse.
Acqua impregnata del delicato profumo delle rose che la mattina dell' Ascensione verrà da noi utilizzata per lavarci il
viso







2 commenti:

  1. Carissima, sul mio blog ci sono dei pensieri per te, se ti fa piacere sono tuoi. Baci

    RispondiElimina