venerdì 2 marzo 2012

ciambella deliziosa farcita con crema di latte e tegole di Patrick


Da sempre questa torta è stata tra le mie preferite, perchè è inimmaginabile la goduria che si prova mangiando questa ciambella, che apparentemente può sembrare uguale ad altre mille, ma che ha un cuore ripeno di crema e ciò la rende unica...




C'era una volta, tanti secoli fa, una città famosa. Sorgeva in una prospera vallata e, siccome i suoi abitanti erano decisi e laboriosi, in poco tempo crebbe enormemente.I pellegrini la vedevano da lontano e rimanevano ammirati e abbagliati dallo splendore dei suoi marmi e dei suoi bronzi dorati. Era insomma una città felice nella quale tutti vivevano in pace.Ma un brutto giorno, i suoi abitanti decisero di eleggere un re.Le trombe d'oro degli araldi li riunirono tutti davanti al Municipio. Non mancava nessuno. Poveri e ricchi, giovani e vecchi si guardavano in faccia e parlottavano a bassa voce.Lo squillo argentino di una tromba impose il silenzio a tutta l'assemblea. Si fece avanti allora un tipo basso e grasso, vestito superbamente. Era l'uomo più ricco della città.Alzò la mano carica di anelli scintillanti e proclamò: "Cittadini! Noi siamo già immensamente ricchi. Non ci manca il denaro. Il nostro re deve essere un uomo nobile, un conte, un marchese, un principe, perché tutti lo rispettino per il suo alto lignaggio"."No! Vattene! Fatelo tacere! Buuuu!" I meno ricchi della città cominciarono una gazzarra indescrivibile. "Vogliamo come re un uomo ricco e generoso che ponga rimedio ai nostri problemi!".Nello stesso tempo, i soldati issarono sulle loro spalle un gigante muscoloso e gridarono, agitando minacciosamente le picche: "Questo sarà il nostro re! Il più forte!".Nella confusione generale, nessuno capiva più niente.Da tutte le parti scoppiavano grida, minacce, applausi, armi che s'incrociavano. I parapiglia si moltiplicavano e i contusi erano già decine.Suonò di nuovo la tromba. Poco a poco, la moltitudine si acquietò. Un anziano, sereno e prudente, salì sul gradino più alto e disse: "Amici, non commettiamo la pazzia di batterci per un re che non esiste ancora. Chiamiamo un bambino innocente e sia lui ad eleggere un re tra di noi".Presero per mano un bambino e lo condussero davanti a tutti.L'anziano gli chiese: "Chi vuoi che sia il re di questa città così grande?".Il bambinetto li guardò tutti, si succhiò il pollice e poi rispose: "I re sono brutti. Io non voglio un re. Voglio che sia una regina: la mia mamma".


Le mamme al governo. E' un'idea magnifica. Il mondo sarebbe certamente più pulito, si direbbero meno parolacce, tutti darebbero la mano ad uno più grande prima di attraversare la strada...
Dio l'ha pensata allo stesso modo. E ha fatto Maria.Bruno Ferrero 
Delle superbe tegole decorate dal pittore fiammingo Patrick Ysebaert, basta allungare la mano per gustare un pò di frutta. Ciao



Ingredinti:
300 gr. farina oo
300 gr. zucchero
150 gr. burro
1 bicchiere di succo di limone o di arancia
3 uova
1 bustina di lievito
buccia grattugiata di un limone o arancia


Per la crema di latte:


latte 1 lt.
amido 100gr.
zucchero 50 gr.
buccia di un limone

Preparazione:
Battere uova e zucchero e quando il composto sarà spumoso aggiungere lentamente la farina, le uova, il burro morbido, il succo di limone e la scorza di limone. lavorare bene il composto e metterlo in una teglia e infornare a 180° per 45 minuti circa.





Nel frattempo preparare la crema di latte mettendo nel pentolino il latte, lo zucchero e l' amido e girare bene affinchè non si fomino grumi, poi aggiungere la scorza di un limone. Portare a ebollizione e quando la crema è densa togliere dal fuoco e togliere la buccia del limone





Non appena la ciambella è pronta , prendere una siringa, riempirla di crema e fare delle "punture" alla ciambella e riempirla di crema.


Assolutamente da provare!


Poi fare raffreddare la ciambella, capovolgerla su un piatto e cospargere di zucchero a velo.

7 commenti:

  1. la torta sembra una nuvola soffice soffice e quelle tegole parlano da sole tanto sono magnifiche

    RispondiElimina
  2. ciao!!
    mi sono unita con piacere ai tuoi sostenitori e ho anche salvato la ricetta della tua ciambella!!!
    se dici che e' cosi' speciale allora la provo poroprio volentieri!
    ciao carla

    RispondiElimina
  3. Grazie della visita!!!!!!!! è un piacere conoscere il tuo blog e te...OTTIMA RICETTA!!!!!!A presto

    RispondiElimina
  4. Grazie di esserti unita al mio blogghino.
    Passerò a sbirciare le tue ricette che mi sembrano molto goduriose.

    RispondiElimina
  5. Super golosa, complimentiii

    RispondiElimina
  6. Ciambella deliziosa è il nome giusto per questa bontà!!!!
    E che bella storiella!!!!

    RispondiElimina